Archivi tag: Italiana

There Will Be Blood – One To Nothing (autoprodotto/Ghost, 2012)

Loro li conosciamo già e il loro disco di esordio ha messo seriamente alla prova le nostre casse. Ora c’è qualcosa di nuovo: One To Nothing, quattro tracce di sangue & sudore come già sapevamo, tutte costruite attorno al diddley bow, che poi altro non è se non un rumoroso pezzo di legno con una corda e un pick-up. Registrato in un pomeriggio alla Sauna di Varese, spedito in Australia al domilio corrente del cantante per registrare le voci e rispedito indietro per essere distribuito da mamma Ghost Records. Bello, cattivo, dannatamente breve.

Streaming & download qui sotto. (altro…)

Pubblicato il Recensioni | Taggato come , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Foxhound – Concordia (INRI, 2012)

L’indie-rock è moribondo? Forse. Le chitarrine segate, le armonie a più voci, il charleston in levare sulla cassa dritta hanno rotto? Probabile. È ancora possibile tirare fuori qualcosa di buono da tutto questo? Sì, e ci volevano quattro torinesi giovani, giovanissimi, praticamente ragazzini (insieme non arrivano neanche a cent’anni) per farcelo capire. (altro…)

Pubblicato il Recensioni | Taggato come , , , , , , , , | Lascia un commento

The Maniacs – Cattive Madri (Against ‘em all Records, 2012)

Accompagnati da un nome che chiunque abbia – come chi scrive – speso migliaia di ore della sua infanzia alle prese con le avventure grafiche di Ron Gilbert non può non riconoscere (e apprezzare) e preceduti da un comunicato stampa supercazzola come pochi mai, i milanesi The Maniacs se ne escono con questo secondo disco per i tipi della Against ‘em all Records. Come tanti altri hanno deciso di compiere il grande passo e affrontare la – ostica, sicuramente – lingua madre dopo un primo e naturale approccio anglosassone: il risultato è Cattive madri, disco corposo, quattordici tracce per quaranta minuti di ottimo rock italico. (altro…)

Pubblicato il Recensioni | Taggato come , , , , | Lascia un commento

Lo #splittonepaura.

mi avevan detto che arrivato su sarebbe stato bello
che ne sarebbe valsa la pena
ma ascolta un cretino, la pena rimane

L’altro giorno ho trovato per caso questo video che è bellissimo, soprattutto per via di quel tizio barbuto si abbraccia Jacopo che surfa la folla. Ecco, l’ho trovato e l’ho visto e ho pensato che io dei Fine Before You Came ne farei il caso di uno etno-socio-antropo-zoologico sulla fauna da concerto, perché questa cosa di prendere il pubblico a urla e abbracci è affascinante. Però sono laureato in dadams quindi niente trattato. (altro…)

Pubblicato il News | Taggato come , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

a sleepless mind. – I Can’t See The Time Of Nothing (autoprodotto, 2012)

A Sleepless Mind è il progetto solista di Alessio Capone, già chitarra e voce nei Taxis e qui affiancato da Mario Bartilucci alla chitarra e Vincenzo Giacalone a ukulele e mandolino. I tre sfornano un disco di canzoni di ispirazione folk e piglio acustico che si rifanno a certo brit-pop nello stile di quei famosi fratelli-coltelli inglesi. Tutto è perfetto nelle intenzioni, ogni ingrediente presente e al suo posto: accordi di chitarra al minimo sindacale, voce pacata con qualche raro guizzo, mani che battono, voci che fischiettano. (altro…)

Pubblicato il Recensioni | Taggato come , , , , | Lascia un commento

Daniele Celona – Fiori e Demoni (Nøeve Records, 2012)

danielecelona-fioriedemoni

Dentro Acqua c’è un verso di quelli che valgono un intero disco: “E Inna vende il corpo, ma solo più da tergo / non vuole occhi davanti a far da specchio al suo inferno”. Daniele Celona è un cantautore torinese, fresco di esordio discografico, e ha un modo di scrivere per certi versi spiazzante, che funziona così: inizia col parlarti di massimi sistemi, problematiche sociali, inquinamento globale, violenza allo stadio e corruzione politica, cose concrete ma lontane, e all’improvviso, a metà canzone, ti dice chiaro e tondo che no, non è un dibattito alla radio quello che stai ascoltando ma un’ode al più universale dei sentimenti, la sofferenza d’amore. (altro…)

Pubblicato il Recensioni | Taggato come , , , , , , , , , , | 1 Commento