Archivi tag: Hard-rock

The Maniacs – Cattive Madri (Against ‘em all Records, 2012)

Accompagnati da un nome che chiunque abbia – come chi scrive – speso migliaia di ore della sua infanzia alle prese con le avventure grafiche di Ron Gilbert non può non riconoscere (e apprezzare) e preceduti da un comunicato stampa supercazzola come pochi mai, i milanesi The Maniacs se ne escono con questo secondo disco per i tipi della Against ‘em all Records. Come tanti altri hanno deciso di compiere il grande passo e affrontare la – ostica, sicuramente – lingua madre dopo un primo e naturale approccio anglosassone: il risultato è Cattive madri, disco corposo, quattordici tracce per quaranta minuti di ottimo rock italico. (altro…)

Pubblicato il Recensioni | Taggato come , , , , | Lascia un commento

Gazebo Penguins – LEGNA (To Lose La Track, 2011)

Da quella zona musicalmente disgraziata che sta tra la Correggio di Ligabue e la Zocca di Vasco Rossi son venuti fuori tre ventinovenni che LEGNANO (tutto maiuscolo, niente refusi) sotto lo strano moniker di Gazebo Penguins. Dopo alterne oscillazioni tra lingue, con il primo EP “a metà tra inglese e italiano” e il successivo LP The Name Is Not The Named in inglese, l’italiano è l’idioma esclusivo scelto per Legna (se chiedi a loro, ti dicono che l’hanno fatto perché Vasco canta in italiano). Otto brani, ventidue minuti e rotti di mazzate sulle pelli e gran distorsioni, dovizia di fischi spaccatimpani e urla punk-hc ma melodiche quanto basta per urlare a voce spezzata (cfr. Senza di te). In regia all’Igloo Audio Factory, dentro ad una casa colonica di Budrio, Francesco Donadello (Giardini di Mirò, Massimo Volume, Offlaga Disco Pax). Ah, è pure in frì daunlò (e in streaming qui sotto). (altro…)

Pubblicato il Recensioni | Taggato come , , , , , , , , , | Lascia un commento

facciocosevedogente: l’altra metà di dicembre

Come fosse inverno.

Passi le vacanze natalizie in città? Anche io, perciò ecco qui la nuova puntata dell’agendina. Non vi sto ad elencare le cose che ci sono da fare sotto Natale perché tanto sarete (saremo) tutti alle prese con l’ubriachezza Vov-indotta pre/durante/post-cenoni vari. Ecco dunque e senza indugi l’ultima settimana dell’anno di belle cose musicali. (altro…)

Pubblicato il Faccio cose, vedo gente | Taggato come , , , , , , , , , , | Lascia un commento