Lo #splittonepaura.

mi avevan detto che arrivato su sarebbe stato bello
che ne sarebbe valsa la pena
ma ascolta un cretino, la pena rimane

L’altro giorno ho trovato per caso questo video che è bellissimo, soprattutto per via di quel tizio barbuto si abbraccia Jacopo che surfa la folla. Ecco, l’ho trovato e l’ho visto e ho pensato che io dei Fine Before You Came ne farei il caso di uno etno-socio-antropo-zoologico sulla fauna da concerto, perché questa cosa di prendere il pubblico a urla e abbracci è affascinante. Però sono laureato in dadams quindi niente trattato.
Dicevo che questo disco qua (lo Splittone Paura, che già che siamo tra parentesi è un titolo così cazzone che lo si ama o lo si ama) è nato dall’unione di Do Nascimiento, Gazebo PenguinsVerme, cioè quelli che più o meno sono tra i massimi rappresentanti di quella strada italianissima all’emocore che inflaziona i social network di mancaroni, lacrimoni e affezioni da parte di metallari fuori, teneroni dentro (ciao, compari). Lo splittone è pubblicato da un cartello di etichette piccole e minuscole, e cioè To Lose La Track, Two Two Cats, Que Suerte! e Neat Is Murder. Dentro ci sono sei tracce tutte inedite che vanno da un gruppo all’altro, all’altro e ritorno: non dura un cazzo ed è giusto così (non dimentichiamoci il core dentro emocore).
Tutto bello, tutto urlato, tutto in fridaunlò da scaricare sulla fiducia e poi, volendo, tutto in vinile a dieci euro.

lo splittone in fridaunlò | accattati il vinile

A proposito di Dan

Siccome parlare di musica è come ballare di architettura ma io non so ballare, qui scrivo di musica. » About
Questa voce è stata pubblicata in News e taggata come , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.