Girless & the Orphan + Verily So – Everyday is a D-Day [split] (Stop Records, 2012)

I Girless & the Orphan vengono da Viserba, sono in due e fanno folk con piglio punk e divertito, un po’ come Jeff Mangum che si diverte ad urlare sopra la chitarra acustica perché urlare è bello, a costo di tirare qualche stecca. I Verily So vengono da Cecina, sono in tre e li conosciamo già perché l’anno scorso hanno fatto uscire un gran bel disco.
Tutti insieme appassionatamente per questo split EP, uscito un mesetto fa per la riminese Stop! records (menzione speciale al suo catalogo, tutto interessante e tutto in free download). Quattro tracce, di cui due vicendevolmente scambiate, una cover del Moz e un inedito scritto a dieci mani. In breve: i G&tO stravolgono (in positivo) la delicata 15 Years con la loro attitudine cazzara e urlatrice; i VS fanno lo stesso mettendo il proprio marchio di fabbrica su Dura Lex Sed Luthor e poi assemblano un’esecuzione da manuale indie-pop di Everyday is like Sunday, scelta “perché è l’inno di ogni provincialotto cresciuto a due passi dal mare”; dulcis in fundo, l’episodio collettivo di I Guess You Knew, che fonde alla perfezione l’attitudine fuzz del duo viserbese con gli intrecci vocali del trio cecinese. Tutto all’insegna del volemose bbene.

Post scriptum: tutta, ma proprio tutta la musica in questo post è disponibile in free download qui, qui e qui. Però comprare i dischi è sempre una cosa bella, eh.

A proposito di Dan

Siccome parlare di musica è come ballare di architettura ma io non so ballare, qui scrivo di musica. » About
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e taggata come , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.